come sono fatta

VOGLIO CAMBIARE LOOK Parte I

CAMBIO LOOK         Parte I

Qui mi rivolgo a ognuna (o anche ognuno…) di voi personalmente e quindi userò il “tu”… Vuoi dare un taglio al tuo vecchio look? La tua immagine non ti soddisfa più?
 E’ arrivato il momento!

Ecco qui: entra in sartoria e inizia, rispondi alle domande, leggi gli articoli che saranno pubblicati e, se davvero vuoi metterti in gioco, segui pochi semplici suggerimenti che ti porteranno dritta dritta al tuo nuovo stile personalizzato.
Cominciamo con la prima parte che potremmo definire GUARDATI FUORI!  Ha lo scopo di capire quale sarà l’immagine più adatta a te… Mi raccomando, questo è uno spazio riservato solo a te stessa, quindi, magari settimanalmente, trova il tempo da dedicare a questa piccola “rivoluzione esteriore”. 

Iniziamo:

 Chi sono io? Come sono fatta? Fuori e dentro, intendo…

Ecco una breve e sintetica carrellata di stili. Leggila e rispondi a queste domande:

a)  In quale ti riconosci?

b)  Quale ti piace?

c)  Quale ti incuriosisce e ti intriga?

d)  Quale non ti piace?

e)  Quale trovi ridicolo?

f)   Quale trovi volgare?

g)   Quale ti piace ma non adotteresti mai?

 

N. B. Le risposte possono essere multiple o essere “nessuna di queste”

 

  1. LOOK ROMANTICO
  2. LOOK SPORTIVO
  3. LOOK SCIATTO
  4. LOOK FEMMINILE
  5. LOOK SEXY
  6. LOOK BON TON
  7. LOOK INDEFINITO
  8. LOOK SOBRIO
  9. LOOK MASCHILE
  10. LOOK FORMALE
  11. LOOK GIOVANILE

 

E ora davanti allo specchio: PROCURATI UN METRO DA SARTO

– Cosa vedo? Come sono il collo e le spalle?

Intendo collo grosso o sottile, lungo e corto, spalle spioventi o diritte, portamento curvo o a da soldato?
Ricorda che la tua postura dice molto di te e ci sono svariati siti che interpretano la personalità e altrettanti che ti forniscono le regole da seguire per una postura corretta. Sempre che sia solo una questione di postura in quanto se vi è alla base una problematica è necessaria la diagnosi del medico.

– La linea del seno?

Non occorre chiedersi com’è perché è l’unica parte del nostro corpo che noi donne conosciamo benissimo. Sarà perché fin dall’adolescenza siamo state alle prese con taglie e coppe, balconcini e ferretti e, se sbagliamo modello o taglia di reggiseno, il risultato è imbarazzante.

– Come ho il girovita e i fianchi?

Questo in genere lo so ma faccio finta di niente. Niente scuse: con il metro intorno al girovita (IL GIROVITA E’ LA PARTE PIU’ STRETTA DELL’ADDOME NON E’ QUEL ROTOLONE CHE AVVOLGO CON IL CINTURINO DEI JEANS A VITA BASSA!!!) e poi intorno ai fianchi, andando su e giù per captare eventuali sporgenze ad esempio all’altezza delle cosce. Confronta le misure…

– Come sono le mie gambe? Intanto uno sguardo di insieme. Sono slanciate?

Per fugare ogni dubbio esiste un piccolo TEST: IN PIEDI CON LE BRACCIA LUNGO I FIANCHI IMMAGINO UNA LINEA CHE VA DA UN POLSO ALL’ALTRO, ATTRAVERSANDO IL CORPO. SE L’ INGUINE SI TROVA AL DI SOTTO DELLA LINEA LE MIE GAMBE SONO PIUTTOSTO CORTE IN PROPORZIONE AL BUSTO, SE SI TROVA AL DI SOPRA SONO LUNGHE E SLANCIATE.
Esaminiamo anche le cosce, i polpacci e le caviglie. Come sono? Affusolati o pesanti?

– Infine un’occhiata ai piedi:

ci sarebbe da dire ma in giro si vedono sempre più piedi smaltatissimi e quindi mi sembra che non ci sia bisogno di parlarne (almeno per ora)
Quello che non si vede più in giro sono piedi che calzano delle belle scarpe!!!

NON VEDERLO COME UN ESERCIZIO DEPRIMENTE. LO SCOPO E’ CONOSCERE BENE IL PROPRIO CORPO E IMPARARE AD AVVOLGERLO IN UN BELL’ INVOLUCRO. MA E’ SOLAMENTE UN GIOCO. RICORDA, LE COSE SERIE SONO ALTRE E SOPRATTUTTO TRATTIAMOCI CON AFFETTO: NON FARTI VENIRE INUTILI COMPLESSI!

UNA STORIA
Guardati (con gli occhi della mente) uscire dal camerino di un negozio indossando un vestito che ti fa sentire la contessa Greffulhe e chiedere: COME MI STA? Devastante il silenzio della tua amica e le pieghe che assume sua bocca.
Ma cosa avrà visto lei di diverso da quello che ho visto io? Vi chiedete

IL FUTURO
Osservati mentre vai ad acquistare gli abiti da sola e ti godi il tuo momento, sicura di saper scegliere in autonomia e di non essere disorientata da qualche venditore troppo insistente.

RICORDA: L’ABITO COMUNICA CHI SEI TU E NON CHI E’ LA TUA AMICA CON LA BOCCA ARRICCIATA FUORI DAL CAMERINO!

Ora hai cominciato a guardarti con occhi obiettivi e disincantati. Cominci a conoscerti meglio.
Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *