D’ OCCASIONE O COSTOSISSIMO?

Con estremo rispetto per chi ama il low cost, sono persuasa che dietro ad un prezzo troppo basso difficilmente troveremo dei prodotti di qualità. Domanda: meglio un guardaroba composto da pochi capi dal taglio perfetto o un insieme caotico di maglie e magliette che sembrano straccetti in microfibra per la polvere?

Si tratta inoltre una scelta etica:

  • chi avrà cucito un abito da pochi euro?
  • E di chi sarà la pelliccetta non sintetica cucita intorno a colli e cappucci di giubbini a buon mercato?

Ed è controcorrente rispetto alla tendenza contemporanea di produrre-comprare-buttare compulsivamente.

E’ infine una scelta di amore per noi stessi avvolgere il nostro corpo con qualcosa di bello, sano e naturale.

Mi piace invece tanto la ricomparsa dell’antica abitudine a rimettere a modello degli abiti per riadattarli alle nuove linee della moda, ai cambiamenti del nostro fisico e del nostro gusto. E ancora una volta se un capo è di qualità Il risultato sarà impareggiabile.

Per vestire con stile tuttavia non basta spendere.

Talvolta si pensa che il logo o la firma ci facciano automaticamente diventare eleganti. Niente di più falso.

Un abito con il marchio in bella vista e con una linea che non ci dona, parlerà solo di se stesso. Ricordate, non mettiamoci in competizione con quello che indossiamo. Potremmo perdere…

L’abito deve “fondersi” con chi lo indossa, deve valorizzarne il corpo ed illuminarne il viso, deve indurre chi lo guarda a posare lo sguardo sulle parti più proporzionate e minimizzarne i difetti.

Quindi, in sostanza, per comprare l’abito giusto non bisogna avere tanti soldi, bisogna avere tanto gusto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *